Beni strumentali "Nuova Sabatini"

sabatinio

Misura dell’agevolazione per le imprese

Agevolazione nella forma di un contributo in conto impianti in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni
e di importo uguale all’investimento ad un tasso d’interesse annuo pari a 2,75% per gli investimenti ordinari e 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. Le agevolazioni rientrano fra gli aiuti di Stato comunicati in esenzione a valere sui regolamenti comunitari di settore.

Imprese beneficiarie

PMI, ossia le imprese classificate di dimensione micro, piccola e media, che alla data di presentazione della domanda:

  • sono regolarmente costituite ed iscritte nel registro delle imprese, ovvero nel Registro delle imprese di pesca;
  • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;
  • non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente,non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;
  • non si trovano in condizioni tali da risultare “imprese in di coltà” così come individuate nel regolamento (UE) n. 702/2014, n. 1388/2014 e nel regolamento GBER.

Settori ammissibili

Non possono beneficiare delle agevolazioni le imprese operanti nei settori delle attività finanziarie e assicurative (sezione K della classificazione delle attività economiche ATECO 2007).

Interventi ammissibili e caratteristiche del Finanziamento

La concessione del contributo è condizionata all’adozione di una delibera relativa ad un finanziamento avente le seguenti caratteristiche:
a) essere deliberato a copertura degli investimenti e fino al 100% degli stessi. Gli “investimenti ordinari” riguardano l’acquisto di macchinari, impianti, beni strumentali di impresa, attrezzature, nuovi di fabbrica ad uso produttivo, classificabili nell’attivo dello stato patrimoniale, alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4 dell’articolo 2424 del codice civile. Gli “investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti” riguardano i beni materiali e immateriali elencati negli allegati previsti alla normativa in vigore.
Con riferimento alla stessa domanda, gli investimenti dichiarati dalla PMI come investimenti in tecnologie digitali e investimenti in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti, se non rientranti negli elenchi di cui agli allegati 6/A e 6/B, non sono ammessi alle agevolazioni e non possono, in tale caso, essere ammessi come investimenti ordinari.
b) essere deliberato entro il 31 dicembre 2018.
c) avere durata massima, comprensiva di un periodo di preammortamento non superiore a dodici mesi, di cinque anni decorrenti dalla data di stipula del contratto di finanziamento.
d) essere deliberato per un valore non inferiore a 20.000 euro e non superiore a 2 milioni di euro.
e) essere deliberato per un valore non inferiore a ventimila euro e non superiore a due milioni di euro, anche se frazionato in più iniziative di acquisto, per ciascuna impresa beneficiaria.
f) essere erogato in un’unica soluzione entro trenta giorni dalla stipula del contratto di finanziamento. Gli investimenti devono essere avviati successivamente alla data di
trasmissione della domanda di accesso alle agevolazioni. Per avvio degli investimenti s’intende la data di inizio dei lavori di costruzione relativi agli investimenti oppure la data del primo impegno giuridicamente vincolante ad ordinare attrezzature o di qualsiasi altro impegno che renda irreversibili gli investimenti.
Gli investimenti previsti nella domanda di agevolazione devono fare riferimento ad una sola unità produttiva. I beni oggetto di agevolazione devono essere ad uso produttivo, correlati all’attività svolta dall’impresa ed essere ubicati presso l’unità produttiva dell’impresa in cui è realizzato l’investimento. Non sono ammissibili singoli beni di importo inferiore a 516,45 euro, al netto dell’IVA. I beni oggetto di agevolazione devono essere capitalizzati e risultare nell’attivo patrimoniale della PMI beneficiaria per almeno tre anni.
Le imprese tenute per legge alla redazione e pubblicazione del bilancio devono iscrivere i beni acquistati nell’attivo dello stato patrimoniale, nel rispetto dei principi contabili applicati. Le imprese in regime di contabilità semplificata esonerate dalla redazione del bilancio, ai fini dell’identificazione dei beni acquistati, devono dare evidenza della corretta applicazione dei principi contabili in materia di immobilizzazioni materiali, mediante una dichiarazione sostitutiva resa dal legale rappresentante dell’impresa ai sensi degli articoli 47 e 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, da tenere agli atti dell’impresa stessa.
Le imprese sono tenute a completare l’investimento entro il periodo massimo di dodici mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento, pena la revoca dell’agevolazione. A tale fine è presa in considerazione la data dell’ultimo titolo di spesa riferito all’investimento. La dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante l’avvenuta ultimazione dell’investimento deve essere resa al Ministero entro sessanta giorni dalla data di ultimazione. La richiesta di erogazione della prima quota di contributo è presentata al Ministero entro il termine massimo di centoventi giorni dal termine ultimo previsto per la conclusione dell’investimento, previo pagamento a saldo dei beni oggetto dell’investimento.
Nel caso di leasing finanziario l’impresa locataria deve esercitare anticipatamente, al momento della stipula del contratto di leasing, l’opzione di acquisto prevista dal contratto
medesimo, i cui e¢etti decorrono dal termine della locazione finanziaria, fermo restando l’adempimento di tutte le obbligazioni contrattuali.

Garanzie accessorie

La concessione del Finanziamento può essere assistita dalla
Garanzia del Fondo centrale.

Tasso di interesse e condizioni

Sulla base della istruttoria tra banca e impresa

Documenti allegati

brochure informativa